progetto delle valli 2 min

Azioni

La strategia, articolata in driver tematici integrati tra loro, punta a promuovere un processo di riattivazione e riappropriazione del contesto prealpino dell’alta Valle Trompia e alta Valle Sabbia, in termini partecipativi e di comunità e il rilancio del territorio, quale sistema locale integrato, attrattivo e in grado di rifondare il proprio rapporto nei confronti dei limitrofi poli urbani.

OBIETTIVO:

Potenziare le dotazioni infrastrutturali digitali per favorire l’accesso alle tecnologie e ai servizi pubblici da parte dei residenti e delle imprese

AZIONI:

Banda larga
Fibra ottica è  competitività, potenza e velocità. Questa infrastruttura completerà la dotazione tecnologica delle due valli, connettendo 16 edifici pubblici della Valle Trompia (municipi, scuole e biblioteche).

Fascicolo digitale di impresa
Impresa semplice nelle valli. Per semplificare e snellire le procedure burocratiche, sarà sviluppato un software comune tra PP.AA e CCIAA BS a vantaggio di imprese e cittadini.

Sportello polifunzionale
Estendere lo sportello telematico (attualmente previsto per pochi servizi comunali) a tutti i settori dei comuni della Valle Sabbia.
OBIETTIVO:

Potenziare l’economia sociale del territorio per estendere in ambito agricolo, turistico e di commercio di vicinato forme di risposta comune ai bisogni che siano anche attrattive verso l’esterno

AZIONI:

Turismo solidale/accoglienza
Specializzazione delle valli verso il  turismo sostenibile (eno-gastronomico, ambientale, culturale)  rilanciando 4 esperienze esistenti (ostello e bar di Lavenone, casa vacanze Saoghe di Marmentino, L’allegra fattoria di Idro) che saranno motori iniziali per la diffusione di un modello di accoglienza solidale e locale che caratterizzerà e identificherà le valli.

Negozi di vicinato
Creazione di una rete di negozi e altri spazi di prossimità in frazioni isolate che fungeranno da centri multiservizio e punti di promozione del territorio per ampliare l’offerta di servizio agli abitanti e ai turisti e come occasione di rilancio dei negozio stessi, anche attraverso l'utilizzo di piattaforme tecnologiche. Un punto vendita di prodotti locali troverà spazio a Bovegno, in un immobile comunale che sarà ristrutturato.

Prodotti locali solidali
Sviluppo di imprese agricole sociali che opereranno in tre ambiti: coltivazione del nocciolo attraverso la valorizzazione delle terre incolte; diffusione dell’allevamento di cavalle per la produzione di un latte ad alto valore sanitario;  e, a Lodrino, riattivazione di un impianto di allevamento di specie ittiche autoctone che saranno valorizzate anche attraverso la ristorazione locale e la didattica, e contribuendo a valorizzare l’area a livello turistico.

Azione di sistema
Al suo interno sono previste attività di natura trasversale (creazione di reti, rafforzamento di competenze, marchi identitari…) che interessano entrambe le valli, con figure professionali dedicate, che favoriscono il raccordo e promuovono sinergie tra le singole azioni del driver “Valli Solidali”, con il resto delle azioni del progetto, con le politiche territoriali in ambito sociale, agricolo, culturale e turistico, e connessioni con le realtà esterne al territorio di intervento.
OBIETTIVI: 

Valorizzare beni immobili identitari del territorio, promuovendo attività di progettazione partecipate e modelli di recupero multifunzionale.

AZIONI:

Mappatura del patrimonio edilizio
Con l'obiettivo di valorizzazione e  tutela, sarà effettuata una mappatura del patrimonio storico e identitario delle valli. All’intervento, che vedrà il coinvolgimento delle due Comunità Montante, l’Università di Brescia e i due Sistemi Museali delle Valli,  seguirà la stesura di un manuale contenente le linee guida per il recupero del patrimonio edilizio in termini di tutela e di conservazione.

Rebecco Farm
Il borgo rurale di Rebecco, in Pezzazze, sarà oggetto di una riqualificazione volta alla valorizzazione del complesso storico, attraverso  la creazione e la gestione di un “Centro di valorizzazione e sviluppo della cultura rurale del territorio”.

Barghe
Lo storico edificio industriale della ex centrale elettrica di Barghe sarà ristrutturato per essere destinato a  centro polifunzionale. Attraverso un percorso partecipato di co-progettazione, la struttura sarà adeguata alle esigenze della comunità locale sia  in termini di spazio per la formazione e  l’aggregazione sociale, nonché luogo attrattivo per soggetti esterni, per l’organizzazione di eventi e iniziative di culturali.
OBIETTIVO:

Valorizzare le risorse ambientali e paesaggistiche come elementi per la promozione turistica e dei prodotti di filiera e per la tutela del territorio

AZIONI:

Greenway
Promozione del turismo sostenibile legato all’uso della bicicletta: realizzazione di tratti di piste ciclabili, riqualificazione di alcuni tratti esistenti, potenziamento dell'intermodalità dei percorsi ciclabili, omologazione segnaletica, pacchetti turistici per ciclisti provenienti dalle città e dall’estero

Tutela idrogeologica
Il territorio si attrezza per la mitigazione del rischio idrogeologico, con interventi di ingegneria naturalistica per il consolidamento spondale e dei versanti, di deframmentazione del continuum fluviale e di pulizia dei torrenti

Impianto di compostaggio del letame
"Circular economy a livello locale": Realizzazione di un impianto di compostaggio del letame conferito dagli agricoltori della zona per la produzione di un compost di qualità certificato che possa essere impiegato in agricoltura per la produzione di foraggio da impiegare nella filiera del formaggio nostrano DOP
L’insieme di tutte le singole linee di intervento sostanzia una politica di sviluppo locale che porti l’area a connotarsi quale sistema integrato, in grado di promuovere un differente rapporto con i poli esterni e urbani di riferimento, e sotteso dallo slogan “un ponte verso la città”.

Formazione
Creare momenti di formazione, co-progettazione, capacy building e coinvolgimento dei cittadini, degli operatori economici e degli attori locali, al fine di rafforzare le competenze e consolidare il senso identitario della comunità.

Comunicazione
Comunicare la strategia del progetto focalizzandosi sulla diffusione di una visione delle due valli come sistema integrato, attrattivo e inclusivo e coinvolgere i target (sia interni che esterni all’area di intervento) delle varie azioni.

Governance
La governance si è strutturata ed è parte fondamentale della strategia di crescita del territorio, in termini di sviluppo di nuove competenze, di costruzione di politiche comuni tra le due valli sia verso l’interno che verso l’esterno, con riferimento in particolare a servizi che possano invertire le tendenze di invecchiamento e spopolamento, alla valorizzazione di risorse ambientali, sociali e culturali come leva di attrattività e a investimenti in nuove tecnologie.