News - Airbnb illustrazioni dal tratto pop e mosaico ravennate per il lancio del borgo di Lavenone

Stanza dei Borghi
Stanza dei Borghi

 

Nella prima giornata della kermesse dedicata all'arte contemporanea, a Milano si è parlato anche di aree interne e di borghi che rinascono.

Se ne è parlato negli spazi della nuova sede di Airbnb, che in occasione del Miart, ha presentato gli artisti che hanno collaborato al progetto Italian Villages.

In questo open space che domina Milano, dove la filosofia del colosso dell'home sharing si traduce pienamente nell'organizzazione degli spazi e in un modello di accoglienza, che non lascia nulla al caso, la giornata dedicata agli artisti, è stata anche l'occasione per conoscere un po' più da vicino questa realtà internazionale che, nemmeno al suo interno, trascura di "comunicare" e raccontarsi.

In uno spazio luminoso e caldo caratterizzato da installazioni d'arte e pezzi di design che accompagnano lo sguardo e ti invitano a restare, ci trovi anche una stanza dedicata ai borghi, dove tra le foto dei paesi appese qua e là, c'è anche una vivacissima interpretazione artistica che giganteggia sulle pareti, ma lo storytelling continua... più in là, nella stanza accanto, la riproduzione, nel dettaglio, della casa di Rausch, il luogo da cui tutto è partito... la prima casa di Airbnb.

Nei pressi del gremito press breakfast, incontriamo Olimpia Zagnoli, l'artista scelta per l'installazione che caratterizzerà l'ostello del borgo di Lavenone, l'illustratrice dal tratto pop che valorizzerà con un'opera murales realizzata in mosaico (di manifattura ravennate, capitale dell'arte musiva), il borgo di Lavenone.

"Tra i tornanti umidi di una grigia giornata d'inverno è spuntata tutto a un tratto Lavenone. Un borgo di pietra che mi sembra popolato da abitanti dotati di morbidezza. Spero che la mia opera si inserirà con altrettanta dolcezza tra le mura spesse dei suoi appartamenti".

 

 

Comunicato Stampa

Gallery