Con AttivAree, a Fa La Cosa Giusta!, protagoniste le aree interne

 

La quindicesima edizione nazionale di Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita consapevoli, organizzata da Terre di mezzo Eventi, si è chiusa domenica 25 marzo a Milano con 91mila presenze.

Fondazione Cariplo con il Programma intersettoriale AttivAree è stata tra i protagonisti dell’evento, con un fitto palinsesto di incontri organizzato in Piazza Territori Resistenti, un luogo che è diventato sinonimo di riflessione sulle “aree interne”, crocevia di scambi di esperienze e buone pratiche sul fronte della valorizzazione e rilancio dei luoghi marginali. 

Tredici gli incontri organizzati nelle giornate della fiera:

- venerdì 23 e sabato 24 marzo gli appuntamenti sono stati dedicati alle azioni messe in campo nei territori di AttivAree dai progetti Oltrepò(Bio)diverso e Valli Resilienti, realizzati rispettivamente con il coordinamento di Fondazione Sviluppo Oltrepò Pavese e delle Comunità Montane di Valle Trompiae Valle Sabbia;   

- domenica 25 marzo gli appuntamenti sono stati invece dedicati alla presentazione delle partnership strategiche del Programma – Airbnb, Fondazione Garrone e Giffoni Experience - e alla condivisione delle esperienze presentate al XII Convegno di Rovigo sulle Aree Fragili. 

Con oltre 40 ospiti intervenuti in qualità di relatori, la partecipazione di un pubblico di oltre 150 persone e con 3938 visualizzazioni delle dirette realizzate attraverso la pagina Facebook di AttivAree, possiamo ritenere che il tema della rinascita delle aree marginali sia stato in grado suscitare interesse anche all’interno di questo grande evento, perché: “Fare la cosa giusta” è anche rivitalizzare le aree interne.

Programma Fa la cosa giusta

Gallery