ReStartAlp 2019: a Fa La Cosa Giusta, Premiazione e Mercatino POP ALP

 

Campus ReStartAlp 2019
 

 

Le terre alte protagoniste a Fa La Cosa Giusta!

 

 

Nella sedicesima edizione di  “Fa’ la cosa giusta!” protagonista la montagna, con Fondazione Garrone e Fondazione Cariplo che promuovono nella tregiorni della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, i progetti dedicati alle terre alte: 

 

 

 

 

  • Premiazione di ReStartAlp 2018

ReStartAlp è l'incubatore temporaneo d'impresa che ha l'obiettivo di favorire lo sviluppo delle aree alpine e l’occupazione giovanile nelle filiere produttive tipiche della montagna, stimolare sinergie, scambi di buone pratiche e lo sviluppo di eccellenze territoriali.

ReStartAlp è ideato in continuità con ReStartApp - il primo Campus di incubazione d'idee d'impresa per l'Appennino, nato nel 2014 da un progetto di Fondazione Garrone -  e si inserisce nell'ambito del programma intersettoriale AttivAree di Fondazione Cariplo, dedicato alla riattivazione delle aree interne (l'Oltrepò Pavese, in Appennino e delle valli bresciane Trompia e Sabbia, Prealpi).

Si parte Venerdì 8 marzo 2019 alle 12, nella “Piazza dei Territori Resistenti”  con l' evento di premiazione dei tre giovani che durante il Campus del 2018  hanno avuto le migliori idee imprenditoriali per la rinascita della montagna. 

 

 

 

 

 

  • Call edizione 2019 ReStartApp

 

In questa occasione sarà, inoltre, presentata la call per l'edizione 2019 del Campus ReStartApp.

 

 

 

 

 

  • Mercatino POP Alp

A "Fa la Cosa Giusta!" dieci tra le imprese nate dai Campus per Alpi e Appennino saranno le  protagoniste del Mercatino POP Alp, lo spazio dedicato ai giovani imprenditori della montagna:

 

Altura

Altura è una rete certificata di imprese che unisce i migliori piscicoltori delle Alpi Valdostane. Con questo progetto, Lorenzo Quaccia, terzo classificato di ReStartAlp 2017, vuole rivalorizzare la trota, prodotto del territorio e della tradizione alpina spesso dimenticato, garantendo al consumatore un prodotto genuino e a km0. L’azienda segue i tradizionali metodi di affumicatura, utilizzando legno autoctono, erbe aromatiche locali, sale di montagna e trote di primissima qualità, allevate esclusivamente in acqua di sorgente.

Azienda Agricola Colle Berardino

Nell’Appennino laziale, a Rocca Sinibalda, l’azienda agricola Colle Berardino è nata dall’idea di Alice Liguori, partecipante a ReStartApp 2017, e si occupa della coltivazione e produzione sostenibile di legumi, cereali, miele Millefiori e antiche varietà di frutta. Tra queste la Prugna Verdacchia, la Mela Francesca e un vigneto con uva tipica della zona (Malvasia del Lazio e Cesanese).

Birrificio AltaVia

Sull’Appennino ligure, nel comune di Sassello (SV), il Birrificio dell’AltaVia nasce dal progetto di Giorgio Masio, che nel 2014 partecipa a ReStartApp aggiudicandosi il 1°posto. Nel 2015, insieme a due amici, ristruttura un vecchio capannone dando vita all’Agribirrificio, che ad oggi produce una grande varietà di birre artigianali. Ogni ingrediente è autoprodotto attraverso le coltivazioni di orzo, luppoli, castagne e l’allevamento di api per la produzione di miele, per un prodotto a km0.

Boschi Vivi

Preservare il patrimonio boschivo appenninico fornendo un servizio alla comunità: questa l'anima del progetto Boschi Vivi di Anselma Lovens, vincitrice di ReStartApp 2015. Un’alternativa al sistema cimiteriale che permette di interrare le ceneri in area boschiva, all’interno di un’urna biodegradabile, basandosi sul principio di economia circolare. Le quote versate dagli aderenti, per il mantenimento dell’albero commemorativo scelto, sostengono, infatti, la gestione amministrativa e forestale e permettono di investire in altri progetti di salvaguardia delle aree boschive.

Butéga Valtellina

Bútega Valtellina è una rete di imprese che associa aziende agricole, commercianti e ristoratori in Valtellina. Nata dall’idea di Giorgio Gobetti, secondo classificato di ReStartAlp 2017, ha come obiettivo quello di aggregare e favorire i rapporti tra produttori e professionisti del settore agroalimentare, facilitando la valorizzazione e la distribuzione delle eccellenze territoriali e la costituzione di una filiera di qualità riconosciuta.

ColorOff

Coloreria officinale nell’entroterra marchigiano, ColorOff si occupa della coltivazione e lavorazione sostenibile delle piante tintorie tipiche dell’Appennino, con l’obiettivo di estrarre colorazioni naturali ed eseguire tinture su fibre, anch’esse naturali. L’azienda, nata dal progetto di Sandra Quarantini, che ha partecipato a RestartApp 2015 aggiudicandosi il terzo premio, organizza anche corsi e workshop di tintura al naturale e stampa tessuti utilizzando foglie e fiori.

La Chanvosa

L’azienda agricola La Chanvosa, in Valdossola, si occupa della coltivazione della canapa sativa, fibra naturale dalle molteplici proprietà. Oggi l’impresa coltiva anche la segale, per poi passare alla trasformazione dei prodotti e alla vendita diretta. Avendo il controllo sull’intera filiera, l’impresa di Evelina Felisatti, vincitrice del secondo premio di ReStartAlp 2016, garantisce al consumatore la qualità di un prodotto 100% made in Italy e 100% Made in Ossola.

Mielificio Sottovalle

Il Mielificio Sottovalle, con sede a Carrosio (AL), nasce dal progetto di Mattia Camuffo, vincitore del secondo premio di ReStartApp 2015, che si occupa della produzione di differenti tipologie di miele tipiche dell’Appennino piemontese, per valorizzare il territorio in modo sostenibile e biologico. Oltre al miele (acacia, millefiori estivo, castagno, melata, e altri ancora), il Mielificio offre un'ampia gamma di prodotti derivati, come l'aceto di miele e l'idromele, un prodotto genuino a bassa gradazione alcolica proposto in più varianti.

Rebecco Farm

Rebecco Farm è una rete di imprese agricole tra gli altipiani della Val Trompia, in via di costituzione. Nata dall’idea di Matteo Turrini, tra i partecipanti dell’ultimo Campus ReStartAlp, ha come obiettivi principali la promozione integrata dei prodotti tipici della valle e l’avvio di Rebecco Farm, progetto che riporterà alla vita il borgo abbandonato di Rebecco (finanziato dal Progetto AttivAree Valli Resilienti) votandolo ad attività giovani e green. Qui le antiche colture cresceranno accanto alle coltivazioni sperimentali, turisti e non troveranno un ambiente dinamico grazie ad una struttura ricettiva gestita secondo un modello di turismo sostenibile ed esperienziale, un centro polifunzionale per laboratori didattici, visite guidate, eventi culturali ed enogastronomici, che saranno alla base del calendario di iniziative legate alla formazione, alla didattica e alla promozione del territorio.

Tularù

Tularù è il Centro di Produzione Sostenibile nel piccolo borgo appenninico di Ponzo di Cittaducale, nato dall’idea di Miguel Acebes Tosti, terzo classificato di ReStartApp 2014. Una struttura ricettiva e produttiva che ricerca sinergie con il territorio e il patrimonio culturale per la produzione di cibi, energie e culture. Tra i servizi dell’azienda agricola un ristorante aperto nel finesettimana, dove le pietanze sono preparate con prodotti freschi, di stagione e a Km0; un B&B e un’ampia gamma di eventi, corsi e workshop.

 

Gli imprenditori del MERCATINO POP ALP attraverso l'organizzazione di un ricco programma di degustazioni e incontri offriranno ai visitatori di Fa La Cosa Giusta! la possibilità di gustare, vedere e vivere la montagna.

 

 

Tutte le informazioni:

Fa La Cosa Giusta!2019

 

 

 

 

 

 

 

Gallery