Protagonisti del Cambiamento - L'esperienza di Adolescere coinvolta nel Progetto Oltrepò(Bio)diverso

Continua il nostro viaggio di approfondimento sui partner territoriali del Programma AttivAree. Siamo in Oltrepò Pavese, sul fornte del Progetto Oltrepò(Bio)diverso,  incontriamo Adolescere - fondazione senza scopo di lucro che promuove servizi educativi e formativi- partner del Progetto relativamente alle azioni che riguardano la realizzazione dell'Open Innovation Center,  che si racconta in un intervista rilasciata alla nostra rubrica.

 

Sede Adolescere Voghera
 

 

Quando nasce, cosa fa, dove opera e quanti siete?

C’era una volta l’Orfanotrofio, c’è stato il Centro Sociale, c’è oggi Adolescere. Questo è il titolo di un volume che racconta il lungo ciclo di vita di un’istituzione che nasce nel 1869 grazie alla solidarietà della cittadinanza vogherese e dei territori circostanti, per rispondere a un bisogno sociale: l’abbandono e la solitudine di bambini rimasti orfani. Negli anni i valori della solidarietà e della laicità partecipe, praticati dai fondatori e dai cittadini vogheresi, sono stati affiancati dal valore centrale della professionalità relazionale.

Adolescere è ora una Fondazione senza scopo di lucro, un sistema di servizi e progetti che opera a Voghera e nell’Oltrepò Pavese. Nell’area dei minori, attraverso il Servizio Tutela Minori, la comunità educativa “Il Viaggio”, i Laboratori per il completamento dell’autonomia, il servizio educativo pomeridiano e il Servizio di spazio neutro – luogo e tempo di incontro tra figli e genitori in situazioni di grave conflittualità familiare – Adolescere ha in carico complessivamente più di 250 i nuclei e familiari e minori. Nell’area della Riabilitazione psichiatrica la fondazione gestisce un Centro Diurno che accoglie 35 persone con disabilità. Nell’area tempo libero si colloca la Civica scuola di musica, gestita per conto del Comune di Voghera, l’ostello internazionale per la gioventù e una polisportiva. Adolescere realizza inoltre Progetti educativi e formativi per le scuole attraverso il servizio “Noi in Collina” che coinvolge istituti di ogni ordine e grado della provincia di Pavia. Ogni anno più di 2000 studenti dalle elementari alle università sono accolti presso le strutture di Pietragavina in Varzi, Setteborghi in Romagnese e La Penicina per realizzare stage residenziali sulle dinamiche di gruppo. Nell’area della formazione è in corso una collaborazione con referenti di diverse Università Italiane che realizzano con Adolescere progetti formativi, di ricerca e pubblicazioni.

 

Chi sono le persone che operano in Adolescere? Come le definireste in poche parole?

Il giudice di un Tribunale dei Minori ha definito Adolescere “un villaggio”. E forse sì, è un villaggio popolato di idee, progetti, servizi e persone, Educatori, Psicologhe, assistenti sociali, terapisti della riabilitazione psichiatrica, tecnici di equitazione, ausiliari, operatori culturali, musicisti, allenatori, circa 80 persone coinvolte nella mission di facilitare le relazioni per accompagnare la crescita e il benessere della persona e delle comunità.

 

Cosa è importante che i nostri lettori sappiano rispetto alla vostra realtà? Qualcosa sulla vostra sede?

Adolescere è Fondazione di Gestione in quanto finalizzata al raggiungimento diretto di scopi sociali, educativi, culturali e formativi attraverso accoglienti strutture: la sede storica di Voghera, edificio di fine ‘800, e le funzionali strutture della collina, il Centro montano di Pietragavina inserito nel vecchio borgo a ridosso del bosco, il complesso recettivo dei Setteborghi Romagnese, dotato di strutture recettive e maneggio con adiacenti scuderie e la Penicina al Passo Penice, la villa, il residence e la foresteria, circondata da un rigoglioso parco.

Adolescere è Fondazione di Comunità perché coinvolge larga parte della comunità locale attraverso la partecipazione attiva delle Istituzioni locali, garanti della diretta destinazione delle risorse agli scopi dichiarati; il coinvolgimento crea il circolo virtuoso per cui la collettività dona risorse (denaro, tempo, capacità tecniche e progettuali) ad Adolescere che ne garantisce il riutilizzo nell’ambito della collettività stessa.

 

Quali sono gli interventi nell’ambito del progetto Oltrepò(Bio)diverso in cui siete coinvolti?

Adolescere è parte della realizzazione dell’OIC, Open Innovation Center, struttura e sistema progettuale all’interno di Oltrepò(Bio)diverso. Alla Penicina è presente infatti il laboratorio scientifico realizzato dalla collaborazione della Università Statale di Milano, della Università Cattolica di Piacenza, delle Università di Genova e Pavia destinato ad attività di studio e ricerca sul tema della biodiversità. Penicina è poi sede di seminari residenziali di formazione, workshop e convegni per studenti universitari, insegnanti e aziende.

All’interno dell’azione atta a “Valorizzare il capitale naturale, che diviene oggetto di progetti educativi, di ricerca e comunicazione” si colloca l’intervento che ha come obiettivo la creazione di un patto di reciprocità tra scuole di pianura e montagna attraverso la realizzazione di stage residenziali che accolgono classi accompagnate dai loro insegnanti provenienti dalla provincia di Pavia e zone limitrofe.

 

 

Cosa significa per voi il Programma AttivAree?

Il programma AttivAree ha rappresentato un’opportunità di partecipazione alla rete di soggetti pubblici e privati del territorio che nel progetto ha la finalità di valorizzare il capitale naturale, culturale e sociale dell’Oltrepò pavese. L’OIC rappresenta il cuore di questo sistema aperto al territorio, luogo di contaminazione tra i centri di competenza ufficiali, le università, e le imprese locali.

 

 

Per saperne di più:

 

Adolescere

 

Progetto AttivAree Oltrepò(Bio)diverso

 

Gallery