A Che Punto Siamo - A Pietra de' Giorgi al via il primo Auser del Progetto Oltrepò(Bio)diverso

Auser Pietra de' Giorgi Progetto Oltrepò(Bio)diverso per le aree interne
Inaugurato il primo Auser del Progetto Oltrepò(Bio)diverso, per la rinascita delle aree interne

900 abitanti (9 nati quest'anno) e 30 frazioni sparse lungo i crinali dell'Appennino collegate da oltre 20 chilometri di strade comunali. Questi i numeri di Pietra de' Giorgi, Comune dell'Oltrepò Pavese, che si trova in quella parte delle aree interne lombarde interessate dal Programma Intersettoriale AttivAree di Fondazione Cariplo.

In questo Comune, grazie al Progetto Oltrepò(Bio)diverso, c'è fermento, le parole d'ordine sono rilancio e miglioramento della qualità della vita dei residenti.

Qui, ci sono buone notizie con nuovi servizi che si attivano attraverso un'azione specifica del progetto che parte e concretizza un primo obiettivo.

Elena Borrone direttore Auser Comprensoriale di Pavia, ci racconta a che punto siamo e quali opportunità ci saranno per il territorio e per i suoi abitanti.

Auser Comprensoriale di Pavia è un’associazione di volontariato partner del progetto Oltrepò(Bio)diverso, finanziato da Fondazione Cariplo attraverso il Programma intersettoriale AttivAree. L’azione che vi vede protagonisti si chiama “Oltrepò accessibile” e ha l’obiettivo di costituire almeno cinque nuovi circoli Auser sul territorio interessato dal progetto per offrire servizi, non coperti da altri soggetti pubblici o privati, alle comunità locali delle aree interne (trasporto per utenza fragile, servizi per scuole, comuni, musei, attività di contrasto alla solitudine e monitoraggio degli anziani soli in aree isolate). A che punto siamo?

A Pietra de' Giorgi è arrivato il nostro primo “fiocco rosa”: il 13 luglio è nata formalmente la prima associazione locale Auser che ha visto la luce nell’ambito del progetto Oltrepò(Bio)diverso ed è stata costituita nel comune di Pietra De’ Giorgi, alla presenza del Sindaco, del Presidente provinciale Auser e di 15 soci costituenti. Nei primi mesi del progetto Auser ha avviato una serie di contatti con i Sindaci dei Comuni interessati dal Progetto. Il primo territorio in cui si è concretizzata la possibilità di creare una nuova associazione locale Auser è stato quello di Pietra De’ Giorgi, grazie all’interessamento del sindaco Gianmaria Testori, che ha facilitato l’incontro tra la nostra associazione e un gruppo di cittadini che si sono resi disponibili a dedicare un po’ del loro tempo libero a chi ha bisogno.

Come sta andando?

Nei mesi successivi alla costituzione abbiamo organizzato tre incontri di formazione con i nuovi dirigenti e i volontari, con l’obiettivo di coinvolgerli nel “mondo Auser” e di trasmettere loro i valori associativi e le informazioni necessarie per operare al meglio nell’erogazione dei servizi, nel rapporto con gli utenti e negli aspetti amministrativi e gestionali. Parallelamente è stato coinvolto il Comune di Lirio, anch’esso partner di Oltrepò(Bio)diverso, che ha concesso in comodato d’uso gratuito un automezzo con il quale Auser Pietra De’ Giorgi potrà iniziare ad offrire i suoi servizi nel territorio. L’ultimo tassello ha riguardato l’individuazione della sede: è stato individuato un locale presso il Municipio di Pietra De’ Giorgi, accanto alla sala d’attesa medica, ed è stato allestito con arredamento e attrezzature. Il 15 novembre Auser Pietra De’ Giorgi si è mostrato ai cittadini, con l’inaugurazione della sede, dell’automezzo e la presentazione dei volontari, dei servizi e delle modalità di erogazione.

Quali servizi offrirà Auser Pietra De’ Giorgi?

Inizialmente l’associazione offrirà principalmente un servizio di accompagnamento con trasporto per un’utenza fragile, unitamente alla consegna dei farmaci. I volontari saranno anche disponibili per un aiuto al disbrigo di pratiche e al contrasto alla solitudine. Chiunque avrà bisogno di Auser Pietra De’ Giorgi potrà contattare l’associazione ogni mattina dal lunedì al venerdì al numero 349-6993996 o presentarsi di persona nella sede dell’associazione nei giorni di martedì e venerdì dalle 9.00 alle 12.00. In futuro, a seconda dei bisogni territoriali che via via emergeranno e delle disponibilità dei volontari, potranno essere attivati nuovi servizi.

Cosa c’è in programma?

Auser Comprensoriale di Pavia continuerà a incontrare le amministrazioni e i gruppi di cittadini dei territori del progetto al fine di costituire nuove associazioni locali in grado di offrire servizi. Per quanto riguarda Auser Pietra De’ Giorgi completeremo il programma di formazione con altri due incontri e ci occuperemo del monitoraggio delle attività e dell’operato.

Qual è l’idea alla base di Auser?

L’idea alla base della nostra associazione è la promozione del protagonismo dei cittadini: renderli consapevoli del patrimonio del loro territorio, creando un’associazione nella quale possano riconoscersi e che li veda soggetti attivi per il bene della comunità. Cittadini che non si sottraggono a forme di interazione, mutuo aiuto e partecipazione con altri cittadini, associazioni e perché no, con luoghi di cultura quali i musei territoriali e le biblioteche, diventando risorsa stabile per il territorio.